Swami Satchidananda

“Al fine di avere un mondo migliore e più pacifico, dobbiamo imparare ad amare, rispettare e onorare ogni essere umano. Celebrare e apprezzare la diversità affinché si possa riconoscere il senso di unità sottesa. È tempo di conoscersi l’un l’altro e di vivere come un’unica famiglia universale.”

 

Satchidananda Saraswati (22 December 1914 – 19 August 2002) — noto come Swami Satchidananda — dopo essere stato invitato negli Stati Uniti d’America dall’artista pop Peter Max nel 1966 è diventato uno dei primi maestri a introdurre la tradizione classica dello Yoga in Occidente. I suoi contributi trasmessi a livello mondiale sono stati pionieristici, innovativi e in continua divulgazione grazie alla creazione dell’Integral Yoga.

Swami Satchidananda è stato un saggio contemporaneo con grande compassione, saggezza e lucidità. La gioventù americana lo accolse positivamente perché stava cercando uno stato di pace tra il caos provocato dagli incerti cambiamenti dell’epoca. Nel 1969, davanti a centinaia di migliaia di persone riunite al Festival di Woodstock, tenne il discorso inaugurale che si tradusse in un messaggio di pace, speranza e incoraggiamento.

L’Integral Yoga è fra le associazioni fondatrici di Yoga Alliance® e ha contributo nel diffondere lo Yoga contemporaneo in Occidente. Questi sono alcuni degli obiettivi raggiunti da Swami Satchidananda durante la sua permanenza negli Stati Uniti d’America:

  • Ha creato uno dei primi programmi di Insegnamento e Certificazione Yoga.
  • Ha iniziato uno dei primi programmi Yoga nelle carceri e nei centri di riabilitazione.
  • Ha fondato la prima rivista Yoga
  • Ha istituito il primo ashram di Yoga residenziale
  • Ha tradotto e commentato gli Yoga Sutra di Patanjali diventato un best-seller tra i classici dello Yoga.

Swami Satchidananda si autodefinì cittadino del mondo e offrì il suo servizio nei comitati consultivi  di numerose organizzazioni per la pace ed ecumeniche. Largamente riconosciuto come uno dei pionieri del movimento interreligioso, promosse cerimonie e conferenze ecumeniche per oltre 50 anni.

Ricevette molte onorificenze tra cui l’U Thant Peace Award, il Juliet Hollister Award e il James P. Morton Interfaith Award ottenuto da postumo nel 2014 durante il centenario dalla sua nascita.

Swami Satchidananda fu ispirato a creare un luogo permanente nel quale ognuno avrebbe potuto  realizzare la propria unità spirituale. Nel 1986 questa idea si concretizzo con la costruzione del Tempio della Luce della Verità Universale (LOTUS) in Virginia, il primo tempio ecumenico dove ogni credo trova il suo spazio. Il LOTUS India fu inaugurato nel 2014.

Swami Satchidananda ha mostrato come la pace e la gioia interiori possano essere raggiunte vivendo lo Yoga. Il documentario Living Yoga informa, diverte, provoca e fa riflettere su sé stessi. Include filmati dell’epoca e interviste a intellettuali, artisti, medici e ricercatori riguardo l’impatto positivo della pratica Yoga sul benessere, l’educazione, l’ambiente e il processo di pace dell’individuo all’interno della propria comunità.

Di seguito il trailer del film Living Yoga dedicato alla vita e alle opere di Swami Satchidananda:

Om Shanti